domenica 11 marzo 2007

L'esploratore

Sono quì, cercando di scrivere qualcosa di sensato, mentre il mio caro figlioletto di un anno e mezzo, sta svuotando completamente la cassettiera della sua cameretta.
Osservo con quanto accanimento ed interesse maneggia lenzuola, bavaglini, magliette e vestitini vari, esaminandoli un po per poi lanciarli in aria e passare ad altro indumento.
Dovrei in...cavolarmi, gridare, ma lo osservo semplicemente estasiata. Ogni cassetto, ogni armadio, per lui è una scoperta meravigliosa.
Ecco adesso si è fissato con la scarpiera e sta tirando fuori tutte le scarpe, sempre con grandissimo interesse e dedizione.
Alla fine lui si sarà divertito a fare l'esploratore e a me toccherà mettere tutto a posto, come al solito!

4 commenti:

ueuè ha detto...

E quando dovrai mettere a posto le cose che il tuo bambino andrà ad esplorare fuori casa il tuo lavoro aumenterà. Mettere tutto a posto è un lavoro impegnativo che non finisce mai. Meno male che c'è il carburante dell'amore.

Maya ha detto...

Come hai ragione!!!!!!!!!!
Dalle mie parti si dice figli piccoli guai piccoli, figli grandi guai grandi.

ueuè ha detto...

Lo diceva anche mia nonna, quella di cui parlo nel post "Cazzi al neon" del mio blog. E mia nonna era napoletana come me. Non è che lo sei anche tu?

Maya ha detto...

No di Palermo sono!
Ma siamo sempre della terronia.